Proctologo Paola Lolli
 
   
 

PRURITO ANALE

 
 

Cos'è il prurito anale?

Il prurito anale è una condizione comune. Le cause possono essere molte, comprese le emorroidi, le ragadi, problemi della pelle o infestazioni da parassiti. La causa più frequente è rappresentata da piccole perdite dall�'ano. Piccole quantità di feci o muco liquido che escono dall'�ano possono irritare la cute di questa zona che è particolarmente delicata.

Cosa si può fare?

Spesso è difficile eliminare il prurito. A volte sono necessari molti mesi di cure delicate perchè le cose migliorino. Ci sono alcune cose che si possono fare per aiutarsi.

Igiene personale

  • Fai molta attenzione all'igiene. Bisogna essere molto attenti a mantenere la regione anale il più pulita possibile, idealmente lavandola accuratamente ed asciugandola con delicatezza almeno una volta al giorno e dopo ogni scarica.
  • Se non c'è la possibilità di usare un bidet, si può (se disponibile) utilizzare una doccia per lavare la regione anale. Se si è fuori casa, si può portare con sè una bottiglietta d'acqua al gabinetto per lavarsi dopo una scarica.
  • Alcune persone trovano che l'acqua fredda dia maggior sollievo rispetto a quella tiepida.
  • Non usare mai saponi profumati o con disinfettanti in regione anale.
  • Utilizza carta igienica bianca molto morbida o salviettine umidificate. Evita l'uso di carta o tessuti ruvidi.
  • Se c'è un problema di perdita dall'ano, un batuffolo di cotone umido, messo sulla punta di un dito, può essere utilizzato per pulire delicatamente la parete interna dell'ano ed assicurarsi che non ci siano residui.
  • Se la perdita continua dopo la pulizia, un piccolo tappo di ovatta di cotone nell'ano può arrestare la fuoriuscita delle feci che irritano la pelle.
  • Asciugare la regione anale tamponando delicatamente con una salvietta di tessuto morbido. Evitare di strofinare. Se l'irritazione è particolarmente fastidiosa l'uso di un asciugacapelli, utilizzato al minimo della potenza, è il modo più confortevole per asciugare la regione.
  • Bisognerrebbe evitare di grattare la regione, per quanto sia difficile. Se il prurito è insostenibile e si deve assolutamente fare qualcosa per ridurre l'irritazione, strofinate la regione mantenendo le vostra dita sopra i vestiti. Se vi capita di grattarvi la notte dormendo, indossate dei guanti di cotone.
  • Non usate nulla sull'ano che non vi sia stato prescritto dal medico, incluso le creme, i deodoranti, il talco ed i disinfettanti.
  • Non mettete nulla nell'acqua del vostro bagno, in particolare evitare tutti gli antisettici, i sali, gli oli ed i bagnoschiuma.
  • Utilizzare biancheria lenta di cotone e cambiarla ogni giorno. Evitare che tessuti sintetici vengano a contatto con il vostro ano. Le donne dovrebbero usare calzettoni o calze aperte nel cavallo al posto dei normali collant, che possono provocare sudorazione. Bisorrebbe evitare sia l'uso di pantaloni stretti o jeans che lo stare a lungo seduti su sedie di plastica.
  • Lavare la biancheria con detergenti non-biologici ed assicurarsi che il risciaquo sia accurato.
  • Provare ad andare di corpo regolarmente.
  • Una dieta ad alto contenuto di fibre rende le feci più morbide ed è più facile che ci siano perdite. Si può tentare di rendere le feci più consistenti e quindi meno facili le perdite, diminuendo la quantità di fibre presenti nella dieta. Questo significa evitare cibi come la crusca, i cereali, il muesli, i fagioli, i piselli, i legumi, le noci e moderare l'assunzione di frutta e vegetali, particolarmente con la buccia.
  • Se si perdono feci molli, il vostro medico potrebbe prescrivervi una piccola quantità di una medicina (Loperamide) per rendere le feci più compatte e meno facili da perdere.
  • Alcune persone hanno notato che i cibi piccanti e gli alcolici peggiorano l'irritazione. E' consigliabile cercare di evitare questi cibi, almeno per un periodo, per vedere se questo aiuta.
  • Usa ciò che ti è stato prescritto esattamente secondo le istruzioni e continua ad usarlo fino a quando il prurito sarà scomparso completamente. Lava bene i residui delle precedenti applicazioni prima di una nuova applicazione.

PAOLA LOLLI | PROCTOLOGIA

MAIL info@paolalolliproctologia.it
TEL 347/3671336
P.IVA 04020380236
Privacy Policy
Cookie Policy
Dott.sa Paola Lolli
si assume la piena responsabilità e garantisce l'accuratezza delle informazioni contenute in questa sezione.